Il Filo - Home


Invito alla riflessione...                     8 Dicembre 2018  Lc.1,26-38

E scevra da altre interpretazioni, pura, immacolata, si fa umile “serva di Dio”.

In Lei danza la vita che si è accesa; danza ed esulta con Elisabetta; danza con il suo corpo dilatando nella libertà spazi infiniti; manifesta la sua grazia danzante ed inventa il suo nuovo corpo dando origine al figlio suo e di Dio, Lei danzatrice senza difetti.

E col suo contegno, autocontrollo e rigore danzerà sul Golgota, generando insieme al figlio ormai morente pensieri d’amore. Ora continua a danzare, insieme con Gabriele, senza nostalgia, per un tempo inedito, ove Dio si compiace e gli uomini assaporano le novità della salvezza.